Prima e dopo

 

Fra gli obiettivi della presente pubblicazione vi è quello di far conoscere il livello del degrado in cui versano molti strumenti storici.

Nelle pagine seguenti sono rese evidenti le condizioni di conservazione di alcune opere prima e dopo il restauro.

Questo stato di cose è purtroppo molto più frequente di quanto si possa immaginare e rappresenta un vero affronto nei confronti dei sacrifici sostenuti dalla committenza tenuto conto che i costi per la realizzazione di un organo sono stati sempre molto elevati.

Il sottostante documento dimostra il grande interesse di famosi organisti inglesi per nostri “gioielli” dell’arte organaria italiana, al punto da organizzare viaggi turistico - culturali a tema nella fattispecie dal Regno Unito.

Nel contempo il documento attesta l’indignazione per lo stato di abbandono in cui viene lasciato il nostro miglior patrimonio organario.

 

Chiaramonte Gulfi (RG), Chiesa di San Filippo

Naso (ME), Chiesa di San Cono

HOME

INDEX

<----